Ultima modifica: 12 maggio 2020
Istituto Comprensivo "DONATELLO" > Storia e realtà dell’Istituto

Storia e realtà dell’Istituto

L’Istituto è situato nel IV Ambito territoriale (ex-XVI Distretto Scolastico) e nel VI Municipio (“delle Torri”) del Comune di Roma. Accoglie un bacino d’utenza molto vasto (Villaverde, Villaggio Breda, Torre Gaia, Tor Bella Monaca, Tor Vergata, Torre Angela, Giardinetti, Torrenova, Fontana Candida, Due Leoni, Borghesiana, Finocchio), dato che prova l’alto livello di apprezzamento e di credibilità di cui gode  l’Istituto e che, nello stesso tempo, lo impegna in un cammino ininterrotto di miglioramento di qualità.

Foto ingresso Istituto

Il territorio è interessato da un forte sviluppo urbanistico, caratterizzato da un tessuto irregolare costituito dalle vecchie borgate di periferia e centri residenziali destinati a lavoratori pendolari. L’Istituto si colloca in un’area di confine, con quartieri circostanti in espansione, utenza eterogenea e situazioni a rischio che vanno aumentando; nel contempo si sta arricchendo di una presenza sempre più significativa di bambini e bambine di altra nazionalità, a cui dare una risposta in termini di accoglienza, integrazione, inclusione. Il nuovo tessuto sociale, quindi, apre nuove questioni che hanno una netta ricaduta sulle scelte educative e organizzative della scuola, unico baluardo socio-culturale in considerazione del fatto che, al forte sviluppo urbanistico e al conseguente aumento della popolazione, non ha fatto seguito un adeguato sviluppo di servizi sociali, di spazi associativi e culturali significativamente complementari alla scuola. Di conseguenza, il disagio sociale, specialmente sotto la forma dei fenomeni dell’abbandono, della dispersione e dell’evasione scolastica, sia pure a livelli diversi da zona a zona, è fortemente presente sul territorio che, proprio per questo, è stato identificato come “area  a rischio”.
Una nota positivamente significativa è la nascita e lo sviluppo, in questi ultimi anni, del polo universitario di Tor Vergata, che sta dando un forte impulso alla crescita sociale e culturale del territorio.

L’Istituto ha come linea guida per la progettazione didattica la valorizzazione della diversità, intesa come forma di arricchimento personale per tutti senza ingenerare disuguaglianze. Ciò si attua attraverso l’educazione al rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente e mediante percorsi formativi, educativi e culturali. In tal senso, l’Istituto, in stretto collegamento con le scelte educative delle famiglie e con le opportunità offerte dal territorio, intende promuovere lo sviluppo formativo di ogni singolo alunno, affinché ne siano soddisfatti i reali bisogni di apprendimento e di formazione, nell’ottica di un avvio alla crescita di un cittadino consapevole. Tutto ciò  partendo dal riconoscimento e dall’interiorizzazione dei diritti e doveri della vita di classe, per arrivare ad una partecipazione attiva e cosciente alla vita sociale del nostro Paese.

Gli assi portanti del nostro percorso educativo, formativo e culturale sono, quindi, l’accoglienza e la continuità, l’intercultura, il potenziamento delle capacità espressive e comunicative mediante attività laboratoriali di lettura, teatro, pittura, psicomotricità, multimedialità, lingua straniera (inglese, francese e spagnolo).